Stagione 2007: A.A anziani Impoth, Il Curato, Gost de Mores tra i protagonisti

Stagione 2007: A.A anziani Impoth, Il Curato, Gost de Mores tra i protagonisti

Febbraio 15, 2019 0 Di Bruno24
Spread the love

Si chiude il cerchio sulla stagione 2007 degli Anglo Arabo. Un’annata incredibile per numero di corse e montepremi, a pensarlo oggi sembra un miraggio. Davvero affascinanti le sfide di quegli anni, dove i migliori della classe si affrontavano negli Ippodromi di Chilivani, Grosseto, Napoli e Corridonia in ricche prove. In questo numero racconto le imprese degli Anglo Arabo anziani.

Anglo Arabo anziani:

La scuderia di Antonio Efisio Pinna si presentava con diversi soggetti, tra le punte c’era il 4 anni Importh (Ascoth e Guasia), che vinse 5 corse, tra le quali trionfò a Chilivani nel prestigioso Pr. Lucio Gratani con dotazione di Euro 22.000,00, interpretato da Gianluca Fresu, precedendo Ispanico Sauro, Il Curato e Giottone. Importh era allenato dal suo stesso proprietario Antonio Efisio Pinna, mentre l’allevatore era il sig. Francesco Maria Podda.

Ma il più glorioso fu il compagno di colori Gost de Mores(Sonniende e Uberta de Mores), un Fondo Arabo di altri tempi, che in quell’anno vinse a Corridonia Il Pr. Cavallo Da Sella con dotazione di Euro 22.000,00 interpretato da Daniele Bartolozzi, precedendo sul palo Ispanico Sauro, Gia’ del Menhir e Teodoro. A distanza di un mese trionfò a Chilivani nel 7.o Omnium Anglo-Arabo con Antonello Fadda in sella, al termine di una lotta serrata con Incantos, battuto di una testa. Al terzo e quarto posto chiudevano Fillandia e Il Curato. Gost de Mores era il fratello uterino di Lungro de Mores, entrambi provenienti dall’allevamento Aver dei F.lli Calvia.

Seppur vinse una sola corsa in quella stagione, il Fondo Arabo Il Curato(Vidoc e Brook Logan) timbrò a Napoli il Gran Premio D’Italia Dell’Anglo-Arabo, montato da Salvatore Basile, per il training di Massimo Coghe, i colori della Sc. Monica e l’allevamento del sig. Giuseppe Multinu, precedendo i Fondo Inglese Fata del Menhir, Ispanico Sauro e Falco Doglia, finiti nell’ordine. Da segnalare anche il generoso secondo posto a Chilivani nel Pr Lucio Gratani.

La corsa più ricca dell’annata, fu vinta sorprendentemente da Già Del Menhir(Approach The Bench e Isola Fa’) preparata da Massimino Coghe di proprietà della Sc. Monica, allevata dal sig. Francesco Sionis, che si aggiudicò a Grosseto il Pr. La Thuile con dotazione di Euro 44.000,00, interpretata dall’allora giovanissimo Mario Sanna, che riesce ad emergere dalla lotta con Wicher e Ispanico Sauro, al quarto finiva Gerodia. Già Del Menhir lo si ricorda anche come vincitore per ben 2 volte del Palio di Siena.

Palio di Siena che è presente nella vittoria di Istricetta(Oriolu Tou e Tiberia ll), sorella uterina di Porto Alabe, entrambi allevati dal sig. Giuseppe Cossu. Istricetta, per il training e i colori della sig.ra Silvia Stabile, vinse a Grosseto il Pr. Valle D’Ampezzo da Euro 10.625,00 al primo, interpretata da Daniele Bartolozzi, battendo il favorito Importh, al terzo e quarto posto chiudevano Fata del Menhir e Incantos.

Il polacco Wicher(Chef Supreme e Wierzba) vinse in quella stagione 4 corse, tra le quali a Grosseto Pr. Castelnuovo Dell’Abate con dotazione di Euro 27.500,00, montato da Stefano Lobina, precedendo il favorito Importh e Istricetta.

Nelle corse “minori” si misero in evidenza negli Ippodromi di Chilivani e Sassari con almeno una vittoria:

  • Fata del Menhir (Batshoof e Traviata del Menhir)
  • Gaire (Ascoth e Ora Lieta)
  • Ispanico Sauro (Magical Wonder e Spartana)
  • Gallieno de Aighenta (Welsh Guide e Zenias)
  • Incantos (Approach the Bench e Raiosa)
  • Grein (Fontideo e Ulimpia)
  • Irruente CPS (Bonorvesu e Bonorva Pura)
  • Gerodia (Solitario e Giliola)
  • Fascino di Tempio (Approach the Bench e Ultima Idea)
  • Fillandia (Approach the Bench e Quisaria)
  • Gloriosha (Approach the Bench e Olinda Davis)
  • Guaio (Hours After e Zaira Saura)
  • Galiziana ( Classic Connection e Zazuela)
  • Istentada (Brave Indigo e Zia Lù)
  • Giottone (Sonniende e Quinnie)
  • Ite Bellu (Balent e Atindheries)
CONDIVIDETE!