Anglo Arabo Sardo: il made in Sardegna non passa mai di moda.

Anglo Arabo Sardo: il made in Sardegna non passa mai di moda.

Ottobre 12, 2019 0 Di Bruno24
Spread the love

Anche quest’anno tanti puledri hanno già “spiccato il volo”

Alla faccia di chi dice che l’allevamento dell’Anglo Arabo Francese possa essere una minaccia per quello Sardo, tanti sono stati i cavalli acquistati nelle ultime due stagioni. Se da un lato possono gioire allevatori e proprietari, dall’altro preoccupa non poco tutta questa esportazione. Uno dei motivi principali, oltre “all’offerta” è anche quella di una drastica carenza di corse per gli Anglo Arabo di 4 anni e oltre, soprattutto per quelli a Fondo Arabo. Un paradosso, come spesso ho detto e sottolineato che nella terra dove il fiore all’occhiello dell l’allevamento del cavallo è l’Anglo Arabo Sardo linea corsa. Si è sentito e si sente spesso nei “tavoli” la parola valorizzazione di questa razza, patrimonio genetico della Sardegna. La valorizzazione parte principalmente dalle corse, è lì che il cavallo prende valore con tutto il suo seguito. Le corse in Ippodromo sono di basilare importanza, soprattutto quando un Anglo Arabo Sardo compie il passaggio di età dai 3 ai 4 anni. Tutto ciò però sembra passare in secondo piano, la tutela di questa storica razza equina è piena di parole e promesse ma non di fatti. Questo crea il malcontento di allevatori e proprietari che si trovano a dover vendere i propri soggetti nel resto della penisola, seppur venduti bene questo fatto fa si che di anno in anno gli effettivi siano sempre meno, divisi tra regolari e palii. Quest’annata ha visto roteare circa 25/30 cavalli tra ippodromo e palii, un numero davvero molto basso che ha fatto sì che anche nelle corse più remunerative si faceva fatica a fare la conta dei partenti. Quest’anno sono già stati venduti parecchi puledri di 3 anni, dove spiccano i nomi di Aurus e Arestetulesu, a cui si aggiungono Anda e Bola, Artista de Campeda, Asfodelo Fresh, Akida, Ajo de Sedini e i 4 anni Zodiaca, Zodiaco de Aighenta e Zena. Ad occhiati Arraju e Abracadabra, sondati anche Arrajulida, Armoniossa, Assalto, a questo punto sarà finito nel mirino dei compratori anche Asso Nero, assieme a tanti altri “lavorati” sottotraccia. Con la speranza che qualcosa resti anche in Sardegna per la stagione 2020.

SE TI PIACE QUELLO CHE FACCIO, CONSIDERA DI FARE UNA DONAZIONE TRAMITE PAYPAL. PUOI SOSTENERE IL BLOG ANCHE DONANDO  SOLO 1 CENTESIMO.

CONDIVIDETE!