Il 61° Gran Premio Sardo va a Vanadio da Clodia e Tore Sulas

Attualità
Spread the love
Vanadio da Clodia e Tore Sulas guidano la corsa. Foto di Francesco Morittu

Vanadio da Clodia non delude le attese, e come da pronostico trionfa nel 61° Gran Premio Sardo, imponendosi si, ma non come tutti si aspettavano. Si arrivava a questo appuntamento con il grigio contro la flotta Sarda. E così è stato! Fin dalle prime battute Vanadio da Clodia interpretato in modo eccellente da Salvatore Sulas, che intuisce subito che non è il Vanadio che lui conosce, giocandosi la carta iniziale della falsa andatura per i primi mille metri, tallonato da Zodiaco de Aighenta e Zerozerosette, mentre Zamunda rimaneva all’interno in scia del battistrada. Tore Sulas nella dirittura opposta alle tribune, richiama Vanadio, ma non risponde come si aspetta, ed inizia ad accompagnarlo, mentre i “nostri” si fanno sotto, con Zamunda, Zeniossu, Zoya, Zena, e Zodiaca. L’ingresso in retta infiamma subito la platea del Don Meloni, Vanadio da Clodia allo steccato e sotto frusta, gli si pone alla schiena Zamunda, con il suo fantino Maikol Arras che ci prova fino all’ultimo, sospinti dal tifo da stadio del pubblico. Quella di Zamunda sarebbe stata una vera e propria impresa sportiva, ma sul palo è Vanadio da Clodia trionfare meritatamente, nonostante non fosse brillante. A meno di una lunghezza Zamunda del trainer Brocca, e del soddisfatto e orgoglioso allevatore Luciano Mannu, il cui pubblico riconosce la bella prova, accogliendoli al tondino con un festoso applauso. Complimenti anche a Zoya, sontuosa la sua prova che gli permette di giungere al terzo posto, a precedere Zena, entrambe allevate dai F,lli Mura di Bonorva. Complimenti ai vinti, ma soprattutto ai vincitori,  Vanadio da Clodia, al suo allenatore Massimiliano Narduzzi, al suo proprietario Marco Modanesi, ell’allevamento Clodia – Capparella, e al fantino Salvatore Sulas, accolti sportivamente dal pubblico, che si lascia andare ad un scrosciante applauso. C’è da dire che un pizzico di Sardegna alberga in questa vittoria, Vanadio è figlio di Lord de Bonorva, il fantino è il “sardissimo” Tore Sulas, al suo primo successo in una classica isolana per Mezzosangue. Per il training di Narduzzi, e l’allevamento “Clodiano” è il secondo trionfo nel Gran Premio Sardo, il primo fu nel 2012 con Bochalet da Clodia. In entrambi c’è diretto o indiretto il sangue di Bombolino, in questo caso Nonno di Vanadio, stallone che ha fatto la fortuna di questo allevamento.

Il video della vittoria di Vanadio da Clodia 

Un piccolo contributo per sostenere e migliorare il Blog, costa poco!

 

Lascia un commento