Arraju una “vittoria” che vale tanto per l’intero allevamento Sardo.

Allevamento, Corse del Passato Attualità
Spread the love

Dopo diversi anni un Anglo Arabo Sardo torna a trionfare in un “Gran Premio” fuori dell’Isola.

Non è passato inosservato nell’ambiente del Galoppo Sardo l’importante vittoria di Arraju nel Gran Premio riservato ai mezzosangue di soli 4 anni. Il figlio di Distant Way e Orrossa(ms), del team di Valter Pusceddu, riporta quella speranza ormai rimasta a pochi, tra gli allevatori e proprietari Sardi, di poter esser competitivi anche nei confronti di selezione nel resto della penisola. Già, perché negli ultimi anni, a parte la parentesi Unico de Aighenta e la vittoria nel Derby Italiano dello scorso anno di Ancora D’Onore, l’Anglo Arabo Sardo è mancato clamorosamente ai grandi appuntamenti, sia in termini di risultati e sia in termini di partecipazione, soprattutto quelli in training in Sardegnam evitando il confronto contro Narduzzi, Atzeni, Carli ecc, salvo rimarcare il successo lo scorso anno di Arrajulida a Firenze, uno dei pochi degli ultimi 5 anni.

Al contrario, il team di Massimiliano Narduzzi accetta sempre volentieri le trasferte in Sardegna, è lo fa con lodevole profitto, vincendo spesso in modo eclatante. Ma come si sa, cavalli imbattibili non ce ne sono, il confronto in pista detta la sua legge inappellabile. E allora capita che nel Derby Sardo dello scorso anno, Adrenalina de Mores si impone vittoriosa precedendo i qualitativi e molto probabilmente futuri razzatori, Bosardo e Afrofrac. Capita anche che il secondo posto di Verbena Rosa a Pisa, valga quanto una vittoria per l’attuale miglior femmina Anglo Arabo di 4 anni e oltre. Certo per fronteggiare i team della penisola, che anno dopo anno stanno crescendo di qualità e quantità, investendo sulle “nostre” linee di sangue (vedi Lord de Bonorva e Murra di Gallura), diventa sempre più complicato per i tram isolani, anche perché il tasso tecnico delle corse di cartello ha raggiunto i massimi livelli. Detto questo, la speranza per il futuro e che, ci possano essere più “Arraju”, o meglio, più confronti di questo tipo per gli Anglo Arabo Sardo, anche perché la selezione e la valorizzazione del cavallo e dello stesso allevamento, passa inesorabilmente attraverso gli esiti sportivi ottenuti in pista e da qui non si scappa.

Tornando sulla bella vittoria di Arraju, si può dire che il livello della sua generazione sia abbastanza livellato. Infatti, con questo successo si aggiunge ai già affermati Bontour, Anacleto, Silbomba e Carilbom, ora tutti attesi da importanti sfide contro la top categoria.

SE VI PIACE QUELLO CHE FACCIO E VI FA PIACERE AVERE QUESTO SERVIZIO GRATUITAMENTEPOTETE SOSTENERMI ANCHE EMOTIVAMENTE CON MICRO DONAZIONI CLICCANDO SEMPLICEMENTE SUL LINK QUA SOTTO “DONATE” . ANCHE UNA PICCOLA DONAZIONE PUÒ ESSERMI D’AIUTO, DATO IL DISPENDIO DI TEMPO, MEZZI E ALTRO CHE OCCORRONO OGNI SINGOLO GIORNO!

OPPURE DA OGGI PUOI SOSTENERE IL BLOG ACQUISTANDO LA MAGLIA UFFICIALE SPOONRIVER.BIZ, PER INFO E PRENOTAZIONI CONTATTARE IL NUMERO 3804973633, O I CONTATTI SOCIAL FACEBOOK E INSTAGRAM.

Lascia un commento