Murru: “Chopin bene e ha maturato,seppur a tavolino”, ma che corsa di Bencammina…

Spread the love

1890° numero

La corsa delle polemiche dice bene a Chopin vittorioso a tavolino, ma anche a Bencammina, ridimensionata solo nel risultato. Entrambi possono ambire ai G.P di Firenze.

La condizionata di “rientro” riservata ai mezzosangue di 4 anni ed oltre, disputatasi sul miglio, ha avuto il suo epilogo in sala commissari. I giudici di gara, pur senza l’ausilio delle immagini della corsa, hanno deciso dopo aver interrogato i fantini coinvolti nel concitato rush finale di retrocedere dal primo al quinto posto Bencammina, reo di non aver tenuto la propria linea nei 200 finali e di fatto accusata di aver precluso il risultato di Chopin, Bella Chi Su Sole, Aiduentos e Zygo, finiti nell’ordine alle spalle della portacolori della scuderia Arru che aveva in sella Gregorio Arena. Inevitabili le polemiche dell’entourage di Bencammina, rammaricati per la retrocessione della loro cavalla che comunque ha fornito una prestazione degna di nota con una progressione finale devastante che in un amen ha travolto i rivali(forse un po’ troppo). Dunque ridimensionata nel risultato ma non di certo nel rendimento, che ha visto la 5 anni da Galidon e Noha svettare in 1.43.29, un rilievo cronometrico di tutto rispetto considerato che si trattava di un rientro. A questo punto il Gran Premio dell’Allevamento, in programma tra due settimane a Firenze per sole femmine anziane non è più un’utopia rispetto ad un anno fa.

Anche il team di Chopin può ritenersi soddisfatto a onta del rientro, dei 60 kg e del miglio a lui corto. Eppure l’allievo di Giovanni Moro ha corso bene, il suo interprete Nino Murru è filtrato per varchi interni e nonostante si sia trovato di traverso al paletto dei 200, è riuscito a riorganizzarsi nell’azione e a progredire con una galoppata fluida e potente. Questo è piaciuto molto al suo interprete, che ha dichiarato di essere rimasto colpito dalla maturità del 4 anni figlio di Pantuosco e Isterica De S’Ena. Sulla stessa linea il suo proprietario e allevatore Giovanni Moro, che sta valutando la possibilità di correre il Gran Premio riservato ai soli 4 anni in programma sempre al Visarno a maggio.

Lascia un commento