Palio di Siena: spopola l’anglo arabo sardo, 9 su 10 sono nati e allevati in Sardegna.

Spread the love

Solu Tue Due, Tabacco, Zio Frac, Viso D’Angelo, Reo Confesso, Ungaros, Arestetuleu, Astoriux e Remorex sono nati e allevati in Sardegna, resiste la continentale Violenta da Clodia.

Siena 15/08/2022

Ancora una volta la Sardegna si conferma terra di cavalli e fantini, saranno 9 su 10 gli anglo arabo sardo selezionati dai capitani per la carriera dell’Assunta. Pozzomaggiore è il paese che schiera più cavalli: il vincitore di luglio Zio Frac, il compagno di allevamento Viso D’Angelo, poi Tabacco e il debuttante Astoriux. A Sedilo si tifa il biondo Remorex, a Pattada Solu Tue Due, ad Ozieri-Tula Arestetuleu, seguono Reo Confesso e Ungaros.

NICCHIO – ZIO FRAC

Fondo arabo nato in Sardegna nel 2015 da Frac di Montalbo e Fabiana Baia, presso l’allevamento del sig. Costantino Calaresu di Pozzomaggiore. Ha corso difendendo i colori del suo stesso allevatore al training di Gian Marco Pala. Fratellastro del derbywinner Pantuosco era atteso dagli appassionati e lui non ha deluso, correndo con profitto seppur con qualche attenuante. Vinse l’Internazionale a tavolino, poi si impose in una discreta condizionata e finì quarto al derby sardo. Trasferitosi a Siena nelle scuderie di Giovanni Angioi, fa vedere subito nelle corse a pelo di essere un prospetto interessante e con tanto da migliorare. Dopodiché passa nelle mani di Enrico Bruschelli, che lo prepara a puntino rendendolo protagonista in provincia e alle prove di notte. Il 2 luglio scorso esordisce vincendo in Piazza del Campo per la Contrada del Drago e con in groppa Giovanni Atzeni detto Tittia.

CHIOCCIOLA – VISO D’ANGELO

Fondo inglese nato in Sardegna nel 2014 da Sound Of Desert e Opera Saura, presso l’allevamento del sig. Costantino Calaresu di Pozzomaggiore. Esordisce in Sardegna difendendo i colori del suo stesso allevatore, mentre la preparazione era curata da Antonello Fadda, suo interprete in corsa. Va via dalla Sardegna da maiden dopo aver ottenuto 3 piazzamenti in altrettante uscite. Acquistato dalla Soc Al Hippos Di Barontini R. Srl, riesce a vincere in due occasioni a Grosseto. Preparato attualmente dal team di Giovanni Atzeni, viene iscritto al protocollo e in questa stagione è riuscito a mettersi in evidenza fino a debuttare a luglio di quest’anno, fornendo una buonissima prestazione andando vicino alla vittoria.

SELVA – REO CONFESSO

Fondo inglese nato in Sardegna nel 2010 da Vidoc III e Gaiane, presso l’allevamento del sig. Alessandro Saiu. Debutta in Toscana girovagando un po’ in vari ippodromi, dove ottiene due piazzamenti per i colori della scuderia di Giovanni Carta. Nel corso degli anni prima della pandemia si è visto spesso in provincia, per lui una partecipazione al Palio di Fucecchio. Veterano delle prove di notte, al seguito ha corso diverse tratte. Preparato a Siena da Elias Mannucci, arriva a correre il suo primo palio all’età di 12 anni in occasione della carriera del 2 luglio scorso, dove non è dispiaciuto e meritatamente è stato riconfermato.

LEOCORNO – VIOLENTA DA CLODIA

Fondo Inglese nata nel 201 Bombon e Dune D’Azzur, nata nel 2013, presso l’allevamento della sig.ra Alessandra Capparella. Proviene dall’allevamento clodiano capitanato da Massimiliano Narduzzi, a 3 anni ha dimostrato di essere una buona cavalla nelle regolari riuscendo nell’impresa di imporre la sconfitta a due mostri come Ribelle da Clodia e Unico de Aighenta. Venne acquistata dell’appassionato proprietario inglese Matthew Westerman e sotto la guida di Massimo Milani fa subito parlar di sé correndo con grande profitto in provincia. Il meritato esordio sul tufo arriva nell’ottobre del 2018, in occasione del Palio Straordinario giungendo seconda con il Nicchio. L’anno dopo a luglio corre ancora da protagonista e la vittoria sfumò negli ultimi metri. Da dimenticare agosto 2019 con la Torre, viene riproposta in questo palio collocandosi tra i big del lotto.

TARTUCA – REMOREX

Fondo Inglese nato in Sardegna nel 2010 da Dankeston e Ghaya, presso l’allevamento del sig. Antonello Puddu di Sedilo. A 3 anni ha debuttato a Chilivani, dove tra l’altro era in allenamento nelle scuderie di Tonino Fresu e del figlio Gianluca. Qualche piazzamento e niente più nelle regolari. Tutt’altro curriculum in Piazza del Campo, il suo nome e le sue gesta fa parte della storia del Palio di Siena, capace di vincere due palii entrambi da scosso: uno all’esordio con la Tartuca e la monta di Andrea Coghe trionfando nell’ottobre del 2018 al Palio Straordinario, l’anno dopo vinse per la Selva, con a bordo Tittia, il Palio dell’Assunta. È senza dubbio il cavallo da battere.

ONDA – TABACCO

Fondo Arabo nato in Sardegna nel 2010 da Vidoc e Fedrabella, presso l’allevamento del sig. Angelo Sanna di Pozzomaggiore. Matura e fa esperienza con l’agonismo presso la scuderia del trainer Francesco Oppes, difendendo i colori del suo attuale preparatore Antonio Siri, disputando 8 corse senza riuscire mai a piazzarsi. Lo stesso Amsicora se lo porta nella sua scuderia a Radi ed inizia l’approccio con la provincia. Da subito adattatosi al contesto, esordisce nel 2018 e viene riproposto nel 2019, correndo sempre in entrambe le carriere dignitosamente, nonostante abbia disputato dei palii in difesa. Questa volta libero da marcature varie, ha una bella occasione di puntare dritto alla vittoria.

MONTONE – SOLU TUE DUE

Fondo Arabo nato in Sardegna nel 2011 da Canapino e Eroinha, presso l’allevamento del sig. Giannangelo Cuguttu di Pattada. Acquistato da puledro dal sig. Giuseppe Solinas, debutta a 3 anni ottenendo dei bei risultati maturando 4 vittorie e 7 piazzamenti su 12 corse disputate, sotto la gestione del trainer Antonio Cottu. Tali risultati e una morfologia apparentemente idone, convincono al suo attuale preparatore Francesco Caria di scommetterci sutrasformandolo nel tempo in un vero e proprio cavallo da palio. In Piazza del Campo ha maturato la propria esperienza correndo bene i palii di luglio e agosto nel 2018 e poi a luglio del 2019. Regolare e preciso manca solo al suo bagaglio il famoso “terzo giro”. Da allora potrebbe essere venuto avanti e di conseguenza aver limitato questa lacuna.

GIRAFFA – ARESTETULESU

Fondo Inglese nato in Sardegna nel 2016 da Eros de Ozieri e Emma Ma, presso l’allevamento della sig.ra Simona Godani di Ozieri. Esordisce a 3 anni difendendo i colori del sig. Elia Puddu e preparato dal trainer Luigi Godani, dopo qualche prova di rodaggio, si mise in evidenza inanellando una serie di buoni piazzamenti in prima categoria, preceduti dalla vittoria ottenuta a Sassari. Grintoso e con un buon motore, queste doti inducono al suo attuale preparatore Valter Pusceddu all’acquisto immediato, per passare a difendere i colori della scuderia dell’appassionato proprietario inglese Mark Harrison Getty. Approdato in Toscana, viene subito preparato esclusivamente per il protocollo, rispondendo bene alle aspettative e le sue buone prestazioni e sopratutto una tratta da sparo, l’hanno portato ad esordire a questo palio.

LUPA – ASTORIUX

Fondo Inglese nato in Sardegna nel 2016 da Frac di Montalbo e Imboscata, presso l’allevamento del sig. Andrea Rosas. Seppur risulti un anglo arabo sardo, la selezione non è passata per le piste isolane, ma bensì per quelle toscane difendendo i colori del suo stesso allenatore Carlo Sanna, con il quale ottenne diversi piazzamenti. Anche lui si è ben comportato in provincia, bene alle prove di notte e alla tratta dove ha vinto, si è guadagnato meritatamente un posto tra i 10.

CIVETTA – UNGAROS

Fondo Inglese nato in Sardegna nel 2013 da Docksider e Floridian, presso l’allevamento del sig. Giuseppino Marras. In ippodromo ha corso una sola volta a Sassari, tra l’altro da protagonista fino alla piegata finale dove allargò e getto via probabilmente la vittoria. Acquistato da un sindacato senese, viene impiegato con profitto dal suo preparatore Sebastiano Murtas in provincia. Ne, 2018 sfiorò il successo al Palio di Fucecchio, iscritto al protocollo si è ben comportato alle prove di notte di luglio e agosto di quest’anno. Anche lui per lui si tratta di un esordio meritato in Piazza del Campo.

Lascia un commento