96° Derby Sardo: poche certezze e corsa livellata, spettacolo garantito – 17/09/2022

Spread the love

Edizione aperta davvero a tanti, gli unici che hanno fatto bene la distanza sono Panorama da Clodia e Diamante Sauro, occhio a Dollaro D’Oro, Danubio Blu e Dira.

Il super sabato all’Ippodromo di Chilivani rappresenta il massimo dell’intera stagione del galoppo sardo con la disputa del 96° Derby Sardo, tradizionale corsa di selezione riservata ai fondo arabo di 3 anni sulla distanza dei 2400 metri. Una prova che si disputa da 101 anni e che da sempre con il suo fascino catalizza l’attenzione di tutti gli addetti ai lavori, appassionati e non, perché il Derby si corre una sola volta nella carriera di un cavallo. Il cavallo di razza anglo arabo in Sardegna è cultura, storia, tradizione, tanta passione e competenza. Il fondo arabo da corsa è il frutto di un lunghissimo lavoro e ultimo passo di una filiera produttiva che ha l’approdo naturale in pista. Si parte da un’idea allevatoriale, si sviluppa il concetto, ed il cavallo nasce, cresce, viene affidato ad un training e, poi vince secondo determinati dettami dati dalla natura e dalla fortuna.

496 DERBY SARDO
Euro 17.600 TRIO – IPP. NAZ. 2451
17.45per interi e femmine anglo-arabi di 3 anni (Piana –  CONDIZIONATA  – FANTINI-ALLIEVI)P.Grande
2400 metri.
1DANUBIO BLU -MS- Mb3
Monteriso Marco
Cottu Antonio
Nencini Alessandro
58
(1) L
2DEMIAN DE BONORVA Mb3
Kolmarkaj Marcelian
Muroni Salvatore Jr
Testoni Francesco
58
(7) PL
3DIAMANTE SAURO -MS Ms3
Gessa Sandro
Muroni Salvatore Jr
Pittalis Ernesto
58
(11) PL
4DIANA DE BONORVA Fgr3
Virgilio Davide (*)
Muroni Salvatore Jr
Testoni Francesco
56½
(2) L
5DIGLIELO TU -MS- Mgr3
Colombi Michele
Cargiaghe Salvatore
Diana Giuseppe
58
(3) L
6DIRA -MS- Fbo3
Arras Maikol
Brocca Francesco
Canu Santino
56½
(4) P
7DOLLARO D’ORO -MS- Mb3
Fadda Antonio
Cottu Antonio
Pitzeri G. – Mascia C.
58½
(9) PL
8DONNA ROSA -MS- Fs3
Manca Mattia
Pala Gian Marco
Manchia Tomaso
56½
(5) 
9DORINDA -MS- Fs3
Salis Pasquale
Migheli Mario
Pala Giuseppino Giacomo
56½
(10) L
10DUE DI CUORI -MS- Ms3
Fresu Gianni
Fadda Franco
Santoru Angela
58
(8) 
11PANORAMA DA CLODIA Fs3
Murru Nino
Pes Fabrizio
Demartis Giampiero
56½
(6) PL

Il 96° Derby Sardo andrà in scena sabato 17 settembre alle ore 17.45, collocata come quinta prova del convegno. Scenderanno in pista 11 puledri, chiamati alla corsa più importante della loro carriera. Questa edizione si preannuncia più aperta del solito dove non figura un favorito e dei favoriti che potevano dare un’idea. Assente il vincitore dell’Internazionale Dillirianas e Diyspetto, cavalli che avevano espresso in primavera importanti qualità.

Il pronostico si può orientare verso Panorama da Clodia(Bombolino e Quatrin) che avrà in sella Nino Murru, fantino vincitore lo scorso anno con l’outsider Chicca. Presentata dal team Pes- Cossu, ha vinto la prova di preparazione lo scorso 27 agosto battendo di un nulla Diamante Sauro. Il fratello Bosardo nel 2019 giunse 3°, l’allevamento Clodia ci riprova con lei, anche se i colori in corsa sono della scuderia Demartis.

Proprio Diamante Sauro(Zaeem e Lisuari de Sedini) è uno dei più attesi essendo il runner-up dell’Internazionale, seppur ancora incredibilmente maiden: l’allievo di Salvatore Muroni Junior contro la storia, che potrebbe riscrivere in caso di successo perché sarebbe uno dei pochi o forse l’unico a vincere da maiden ed essendo figlio di uno stalone purosangue arabo, potrebbe succedere ad Umorist derbywinner nel 1996. Il portacolori della scuderia Pittalis sarà interpretato da Sandro Gessa. Il trainer che ha vinto 2 volte il derby Ostenda e Zennias, schiera anche la coppia della scuderia Testoni: Diana de Bonorva(Divamer e Maratona de Bonorva) cavalla interessante, uno dei pochi in pista a vincere in stagione, ma forse con i metri contati e probabile front runner iniziale, l’interpretazione è affidata all’allievo Davide Virgilio; l’altro è Demian de Bonorva(Tidijari des Forges e Shamana de Bonorva), un solo quarto posto all’attivo e sarà montato da Marcelian Kolmarkaj.

A proposito di Umorist ecco il nipote uterino Dollaro D’Oro(Frac di Montalbo e Burrascosa), soggetto della scuderia Pitzeri che ha svoltato verso l’alto in estate e di fatto si colloca tra i nomi più gettonati. Fratellastro del derbywinner Gridu, della seconda arrivata Rubina, ha nel suo pedigree una spiccata attitudine alla distanza. Presentato da Antonio Cottu, trainer che ha vinto 5 Derby degli ultimi 11 disputati(Pantuosco, Rialto, Vintinoe, Zimbar, Batman), si affida all’esperienza di Antonello Fadda, fantino che il Derby l’ha vinto 7 volte. L’allenatore ollolaese schiera anche Danubio Blu(Vintinoe e Maccalina), vincitore all’esordio, terzo nell’Internazionale e nel recente rientro. Un soggetto considerato la quarta forza del campo e avrà in sella Marco Monteriso che vestirà i colori della scuderia Nencini, fantino per due volte vincitore del Derby Italiano del Galoppo.

Dorinda(Vintinoe e Ebrezza Mia) è anche lei maiden anche se qualcosa di interessante ha lasciato intravedere, forse un po’ troppo caratteriale ma che se messa in condizioni di tranquillità, l’allieva di Mario Migheli potrebbe correre da protagonista. Il compito è affidato a Pasquale Salis.

Dira(Odyseus e Ona de P.Ulpu), cavalla che si ha tolto la qualifica di maiden nel “Nino Calvia” e che sembrerebbe votata per le distanze impegnative. Difenderà i colori di Santino Canu, unica scuderia in pista ad aver trionfato in questa competizione. La connection Francesco Brocca – Maikol Arras proveranno a replicare il recente successo ottenuto nel derby italiano con De Tzaramonte.

Gli altri outsiders portano i nomi di Donna Rosa(Eros de Ozieri e Irasema) della scuderia Manchia e con in sella Mattia Manca, la cavalla preparata da Oppes-Mureddu resta sullo standard del secondo posto del debutto contro i fondo inglese; Diglielo Tu(Ud e Grandera) della scuderia Diana, allenato da Salvatore Cargiaghe e montato da Michele Colombi, per lui un 3° e 4° posto all’attivo fin qui; Due di Cuori(Vintinoe e Zeniosas) della scuderia Santoru, presentata da Franco Fadda e con in sella Gianluca Fresu, resta sul terzo posto del debutto contro i fondo inglese, unica corsa disputata fin qui.

Lascia un commento