Sedilo: Bagoga imprendibile! Caria fa suo il 5° Palio del Guilcier – 09/10/2022

Spread the love

La baia di 5 anni domina la scena e trionfa per il comune di Abbasanta. Caria in Sardegna fa 5 su 5 e si elegge come il miglior fantino per numero di vittorie nei palii in Sardegna nel 2022.

Sedilo 09/10/2022

È stato il cavallo Bagoga a vincere l’edizione numero 5 del Palio del Guilcier disputatosi domenica 09 ottobre a Sedilo presso il Galoppatoio Comunale, organizzato dall’Associazione Ippica Sedilese e dal Comune di Sedilo, ai quali vanno fatti i complimenti per l’organizzazione e la buona riuscita dell’evento ben contestualizzato nella manifestazione Zenias de Atonzu e Ichnos. La mezzosangue di 5 anni, montata dal suo stesso preparatore Francesco Caria, ha trionfato per il comune di Abbasanta, dominando chiaramente gli avversari e aggiudicandosi il premio in denaro di 3 mila euro.

Il palio si è sviluppato sulla base di 2 batterie di selezione, entrambe composte da 4 partecipanti dei quali i primi 3 classificati accadevano alla finale. Gli 8 protagonisti in gara si sono presentati davanti al canape agli ordini di un mossiere di eccezione: Giuseppe Pes detto il “Pesse”, fantino originario di Sedilo e 9 volte vincitore del Palio di Siena, in collaborazione con Massimo Coghe detto “Massimino”, fantino di Norbello e 3 volte vittorioso in Piazza del Campo.

Ordine d’arrivo 1^ Batteria

  1. CASTELLANA / GIOVANNI SOTGIA – PAULILATINO
  2. BABILONIAS / MARCO BITTI – OLIENA
  3. VIKITOR / ALBERTO BIANCHINA – OSCHIRI
  4. UOLVERINE / FRANCESCO PIRA – POZZOMAGGIORE

Pronti via scatta in avanti Castellana, subito inseguito da Babilonias. Le due gestiscono abbastanza abbastanza agevolmente l’andatura fin sul palo, mentre Vikitor riesce a tenere a bada Uolverine.

Ordine d’arrivo 2^ Batteria

  1. BAGOGA / FRANCESCO CARIA – ABBASANTA
  2. BAOBAB / STEFANO CALARESU – OROSEI
  3. VINO SANTO / GIUSEPPE PICCINNU – MORES
  4. CD BANDITO SARDO / FRANCESCO MULA – SEDILO

Batteria decisamente più animata rispetto all’altra per via della bagarre creatasi dietro la battistrada Bagoga: in tre per gli altri due posti utili per accedere alla finale, con Bandito Sardo che provava a difendersi dagli attacchi costanti di Baobab e Vino Santo. L’epilogo avviene nell’ultima curva con il leader Bagoga ampiamente in vantaggio, mentre Baobab e Vino Santo attaccavano la seconda posizione interna di Bandito Sardo, sacrificandolo parecchio con la conseguente caduta del fantino Francesco Mula senza conseguenze.

Ordine d’arrivo Finale

  1. BAGOGA / FRANCESCO CARIA – ABBASANTA
  2. VINO SANTO / GIUSEPPE PICCINNU – MORES
  3. BABILONIAS / MARCO BITTI – OLIENA
  4. VIKITOR / ALBERTO BIANCHINA – OSCHIRI
  5. CASTELLANA / GIOVANNI SOTGIA – PAULILATINO
  6. BAOBAB / STEFANO CALARESU – OROSEI

Mossa più complicata del previsto con ben 4 partenze false. Il quinto tentativo è quello buono, Bagoga in poche battute guadagna subito leadership e steccato, seguita da Castellana e Vino Santo, poi più attardati restavano Vikitor, Babilonias e Baobab. Bagoga ha proseguito spedita nelle mani di Francesco Caria sempre nel prediletto schema d’avanguardia, guidando a buon ritmo e ripartendo all’ultimo giro senza consentire ai rivali di avvicinarla. Vino Santo dopo qualche vano tentativo di attacco al battistrada si ha curato la miglior piazza, precedendo una buona Babilonias che ha rimontato diverse lunghezze andandosi a prendere la terza moneta a discapito di Vikitor. Francesco Caria sigla la 5^ vittoria in altrettanti impegni in questa stagione paliesca isolana, conquistando il titolo di miglior fantino per numero di palli vinti in Sardegna nel 2022, precedendo Giuseppe Piccinnu e Giovanni Sotgia che completano il podio rispettivamente con 4 vittorie a testa. Per l’anglo arabo di 5 anni Bagoga, da Pantuosco e Last Wind, è invece la seconda affermazione in altrettante uscite in terra sarda, confermandosi soggetto di grandi qualità.

Il Palio del Guilcier ha calato il sipario sulla stagione delle corse a pelo in Sardegna e nel resto della penisola, un’annata senza dubbio positiva visto il quasi totale ritorno alla normalità dopo il terrificante periodo pandemico. Ci si rivede nel 2023!

Lascia un commento