Siena: la città del Palio ospiterà la “Prima rassegna di puledri anglo-arabi”

Spread the love

Sabato 05 Novembre in vetrina 46 puledri anglo arabo, pronti a sfilare all’interno della Fortezza Medicea.

Sabato 5 novembre si svolgerà a Siena la “Prima rassegna di puledri anglo-arabi” all’interno della suggestiva Fortezza Medicea intorno alle ore 09.15. Un evento voluto fortemente dall’associazione Anglo Arabo Corse e dal Comune di Siena, per dare ancor più visibilità ad una razza, il mezzosangue, che a Siena è divenuta totalmente un istituzione dai primi anni 2000. In questi ultimi 20’anni, sono approdati in Toscana centinaia di cavalli anglo arabo acquistati quasi tutti in Sardegna e, tanti dei proprietari hanno preso in seria considerazione l’opportunità di allevare in “casa” il mezzosangue. Un’attività che negli ultimi anni ha preso piede in maniera importante ed oggi si contano in Toscana una quarantina di puledri nati nel 2021 e 2022. Saranno proprio queste giovani promesse i protagonisti della “Prima rassegna di puledri anglo-arabi”, la maggior parte tutti nati e allevati in Toscana, più una nutrita schiera dell’allevamento Clodia proveniente da Anguillara, salvo poi qualche gradita incursione dalla Sardegna.

All’interno della Fortezza, durante l’intera giornata, sfileranno i 46 i puledri iscritti alla rassegna, che saranno poi esaminati in base al modello, stato generale e obbedienza, da una giuria di esperti che poi procederà alle premiazioni in base alle varie categorie. La giuria sarà composta da Guido Berardelli, Francesco Fusi, Carlo Alberto Minniti, Massimo Parri e Paolo Puddu.

I puledri nati nel 2020 saranno in tutto 24, dei quali 9 femmine e 15 maschi. Di questi, 4 sono i figli del purosangue Desert Prince, stallone purtroppo scomparso in questi giorni all’età di 27 anni. Altrettanti sfileranno per rappresentare lo stallone fondo arabo Bombolino, fondamentale elemento che ha ampiamente contribuito ai successi della scuderia e allevamento Clodia, il suo qualitativo sangue si è poi diramato in giro per la penisola. Con 3 prodotti troviamo il fondo arabo e derbywinner Vintinoe, stallone appoggiatissimo in Sardegna e non solo: l’erede di Vidoc III è stato utilizzato principalmente nell’incrocio con il purosangue. Tre sono anche i figli che rappresenteranno lo stallone fondo inglese Bochalet Da Clodia, uno dei migliori prodotti di Bombolino, che ha dimostrato anche in Francia le sue qualità di atleta, è in razza dal 2019. Quindi il vincitore del gran premio sardo, anche come stallone, Lord De Bonorva: il figlio di Dr Devious è presente con due figli e porta un sangue molto importante.

Anche il 2021 è stato un anno importante dal punto di vista delle nascite. Sono infatti ventuno gli iscritti: 6 femmine e 15 maschi. Il padre più gettonato in questa annata in Toscana è Bomario Da Clodia: morfologicamente è l’erede designato di Bombolino, che ben si è adattato prima nelle “regolari” e poi in grande evidenza nei palii di provincia, dove ha praticamente vinto tutto. Sono cinque i suoi figli presenti. Tra gli altri troviamo sei stalloni che hanno due figli a testa: i due fondo arabo e derbywinner Vintinoe e Donrodrigo entrambi figli di VidocIII. Quindi il debuttante in razza Serafinu da Masad e fratellastro di Vintinoe, il già menzionato Lord De Bonorva e, il purosangue inglese Sakee’s Secret, uno dei migliori razzatori sul fonte purosangue degli ultimi anni in Italia, purtroppo scomparso durante il viaggio che lo avrebbe consegnato all’allevamento sardo. Due i figli anche per lo stallone francesce Olzarte de Collongues, il suo seme importato in Italia vanta ad oggi 3 vincitori su 4 prodotti scesi in pista.

Lascia un commento