Denanni “Orgoglioso di aver allevato un cavallo come De Tzaramonte”

Spread the love

Visibilmente soddisfatto l’allevatore di De Tzaramonte, che prosegue da imbattuto vincendo l’ottava corsa in carriera. Le sue parole e quelle del trainer Francesco Brocca.

Chilivani 29/04/2023

Dopo lo straordinario percorso dello scorso anno, era attesissimo al rientro De Tzaramonte, che di fatto non ha deluso le aspettative portando a casa la condizionata riservata agli anglo arabo di 4 anni ed oltre sui 1800 metri: in sella al sauro sellato da Francesco Brocca c’era l’esperienza di Nino Murru, che aveva avuto l’occasione di montarlo al mattino durante la settimana che ha preceduto la corsa. Pronti via, De Tzaramonte è andato via sul passo, sciorinando frazioni importanti che alla lunga hanno fatto selezione. Agganciati al battistrada restavano i controfavoriti Carmelino e Chopin, con il primo che ha provato con decisione ad attaccare De Tzaramonte, ma non c’è stato niente da fare perché il portacolori della scuderia Denanni è ripartito di slancio inesorabilmente conservando l’aura di imbattibilità in 8 corse disputate. Carmelino(Bonbon), Chopin(Pantuosco) e Danubio de Mores(Duel) hanno completato il marcatore.

De Tzaramonte da Ragtime Pontadour e Evely(Approach The Bench), ha dato dimostrazione di solidità e forza venendo a capo di una corsa che la sua classe ha reso “facile”, ma cosi non è stata. Prossimo obiettivo è fissato per giovedì 11 maggio a Firenze, dove porterà l’assalto al “Gran Premio dei 4 Anni”. Interessanti le parole a fine gara di Nino Murru, Francesco Brocca e quelle ricche di orgoglio e soddisfazione del proprietario e allevatore Piero Denanni. GENEALOGIA COMPLETA QUI

Lascia un commento