Bono: Costerinu e Francesco Caria vincono il Palio “de sas Carrelas” per Cabidamurru

Spread the love

Caria e Costerinu replicano il successo ottenuto al Palio di Fonni e portano in trionfo il rione Cabidamurru. Ma è un successo di tutta la comunità di Bono.

Nel tardo pomeriggio di sabato 20 agosto, il Galoppatoio Sas Ischinas di Bono ha ospitato l’8° “Palu de sas Carrelas de Bono” organizzato dell’associazione “Gruppo Ippico Bono”, vinto dal rione Cabidamurru grazie all’accoppiata Costerinu – Francesco Caria. È stata una vera festa di suoni e colori che hanno sancito con grande successo il ritorno di questo palio sentitissimo dalla comunità di Bono e dai gli oltre 2000 contradaioli.

Con Santa Caterina di rincorsa la mossa stenta a maturare, il fantino dei giallorossi Mattia Chiavassa testa i nervi dei rivali con il tentativo di sorprenderli quando entra tra i canapi. Al primo tentativo l’entrata di Criminale è buona e viene convalidata dal mossiere Luciano Gigliotti. Ad emergere nelle prime battute e Quarteri con Quarterino e Federico Sanna, subito marcati stretti dall’atteso Costerinu, che ne controlla le mosse. Dietro si fa fatica a tenere il passo del battistrada, Adda e Riu prova a restare in scia così come Budullau, mentre inizia una lunga rimonta dell’ultima posizione Currempalu. All’attacco del giro finale Cabidamurru rompe gli indugi e passa al comando, il vantaggio tra se e i rivali più pericolosi è ormai incolmabile, Francesco Caria deve solo accompagnare verso il traguardo uno straordinario Costerinu. Per il secondo posto risaliva a bomba Currempalu con l’accoppiata Flam – Silvano Mulas, a precedere Budullau con Sov Pandetta e Giuseppe Piccinnu.

Poco dopo aver visto Tremendo a frusta al cielo, tutto il popolo di Cabidamurru si riversa in pista ad accogliere l’arrivo faraonico di Costerinu e Francesco Caria, accerchiato del sostenitori bianconeri che danno così il via alla loro festa. Costerinu, 4 anni da Casamento, vince come a Fonni per la scuderia 4 Amici di Bono e per la preparazione atletica del team di Francesco Brocca.

Lascia un commento