Diglielo Tu vince a sorpresa il Derby Sardo numero 96 per la scuderia Diana di Stintino. Un pedigree comunque titolato.

Spread the love

Il fondo arabo condotto da Michele Colombi spazza via tutti i discorsi della vigilia fatti in sede di pronostico. Per il trainer Tore Cargiaghe si tratta del 2° successo in un Derby, per l’allevamento del sig. Antonello Diana un ritorno agli allori dopo una trentina d’anni.

Chilivani 17/09/2022

Con una progressione imparabile il grigio Diglielo Tu vince a sorpresa il Derby Sardo numero 96 e iscrive il proprio nome nell’albo d’oro della competizione più antica del galoppo sardo. Un derby assolutamente appassionante che ha vissuto il momento clou ai 300 conclusivi, affrontati in testa da Dorinda, seguita dall’atteso Panorama da Clodia: la femmina della scuderia Demartis ha mosso all’esterno di Dorinda passando al comando al paletto dei 200, ma a centro pista è progredito a larghe folate Diglielo Tu e nel tratto ultimo prendeva di forza il sopravvento sotto la spinta di Michele Colombi, tagliando così per primo il traguardo su Panorama da Clodia(Bombolino), Dorinda(Vintinoe) e Diamante Sauro(Zaeem).

Diglielo Tu firma l’edizione 96 del Derby Sardo in 2.40.80, un buon tempo se si pensa che nelle ultime 10 edizioni Diglielo Tu ha impiegato meno di Vintinoe, Adrenalina de Mores, Zimbar, Urlo de Aighenta, Tentatrice s Silvan; poco meno di lui hanno fatto Rialto e Batman, poi lo scorso anno Chicca. Questo a dimostrazione che il valore espresso in pista, seppur a sorpresa, è certamente di qualità. Se sia stata la corsa della vita o meno lo scopriremo nei prossimi mesi, certo è che Diglielo Tu sarà ricordato sia per la vittoria di un derby e soprattutto perché si è imposto da maiden, cosa ancor di più clamorosa, che però insegna ancora una volta che con i cavalli tutto è possibile.

Capolavoro del trainer Salvatore Cargiaghe, abile a presentare al top della forma un cavallo che ha sgabbiato a 40/1 e che fino ad allora aveva offerto poco in pista, dove aveva rimediato un terzo e quarto posto. Tra l’altro nella prova di preparazione Diglielo Tu finì fuori quadro e addirittura a 15 lunghezze da Panorama da Clodia che vinse in quell’occasione. Per l’allenatore di Nulvi si tratta del secondo successo nel derby sardo, il primo lo vinse nel 2019 con Adrenalina de Mores, anche in quell’occasione imponeva la sconfitta all’allevamento Clodia rappresentato da Afrofrac e Bosardo, quest’ultimo fratello di Panorama da Clodia.

Un successo che per tutti è risultato a sorpresa, ma poi non tanto se si guarda il pedigree di questa razza appartenente all’allenatore Antonello Diana, mentre i colori erano quelli del nipote Giuseppe Diana. Diglielo Tu è un vero e proprio homebred di casa Diana, essendo figlio dello stallone quasi inedito Ud vincitore di una sola corsa in carriera, ma figlio dell’arabo Veinard Al Maury e della fattrice Estra de P.Conte, quest’ultima madre anche della campionessa Shamira titolare di 5 vittorie in 8 corse disputate, tra le quali il Derby Italiano e l’Internazionale. Senza dimenticare che Estra de P.Conte discende direttamente da Loredana, dalla quale poi nel tempo si è messo in luce l’allevamento Ager dei f.lli Calvia che abbiamo visto protagonista negli ultimi anni con Adrenalina de Mores e Cleopatra de Mores. Da questa stessa linea di sangue proviene anche Carakas Girl. E se Diglielo Tu è imparentato in linea paterna con questa vincente genealogia, non è da meno la madre Grandera, già madre del vincitore Achi Baio nel 2019, figlia del purosangue Hours After e della fondo arabo Ohi Mari, quest’ultima madre della plurivincitrice Trudy III(12 volte vincitrice). Ma soprattutto Ohi Mari e figlia di Diana, fattrice con diversi vincitori e sorella uterina del campione Oriolu Tou vincitore dell’Internazionale e del Derby Italiano, oltre ad esser stato un buon riproduttore; poi anche della vincitrice del Gran Premio Sardo Quinc Sem, sempre per l’allevamento del sig. Antonello Diana, che ha distanza di anni è ritornato vincitore di una classica, a dimostrazione che il buon sangue ritorna sempre. DISCENDENZA DIGLIELO TU QUI

Lascia un commento